Conosciamo Alessandra, Managing Director di Pulse Management Italia!

Alessandra Giffuni è la Managing Director di Pulse Management in Italia, il nostro team dedicato alla gestione e alla rappresentanza di influencer, content creator e talenti internazionali.

Energica, amante del buon cibo e delle esperienze adrenaliniche, Alessandra parla 5 lingue (italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo) e ha vissuto in ben 5 paesi diversi.

1) Raccontaci un po’ il tuo percorso e come sei arrivata ad unirti a Pulse Management.

Sono una persona molto dinamica, mi piace vivere “intensamente” e sono da sempre appassionata al marketing, motivo per cui, dopo avere studiato Business Administration negli Stati Uniti, ho deciso di venire a Milano per completare i miei studi presso l’Università Bocconi, conseguendo la laurea specialistica in Marketing Management. Da allora, ho fatto diverse esperienze nel settore: prima in ambito Trade Marketing e Product Management presso Yves Saint Laurent Beauté, seguito da diverse esperienze imprenditoriali negli Stati Uniti, dove ho sviluppato delle competenze nei sistemi di Inbound Marketing.

Ho messo “le mani in pasta” nel mondo dell’Influencer marketing quando ho co-fondato Global Fashion Travels. Questa esperienza, infatti, mi ha permesso di vedere quanto, attraverso l’influencer marketing, si possano raggiungere risultati davvero strepitosi. Poi, come se fosse destino, mi sono ritrovata nel posto giusto al momento giusto e mi si è presentata l’opportunità di ricoprire il ruolo di Managing Director per Pulse Management in Italia. Intuitivamente sentivo che sarebbe stata un’occasione molto importante per me e ogni giorno che passa ho la conferma di trovarmi esattamente dove vorrei essere.

2) Cosa ti attrae di questo nuovo ruolo?

L’idea di creare qualcosa di nuovo. Ciò che mi motiva ogni giorno è proprio dar vita a dei progetti insieme ad altre persone. Vedere come, già nei primi mesi, abbiamo raggiunto degli ottimi risultati per i nostri talent, per i brand e per il team. Tutto ciò mi spinge a dare il massimo e mi riempie di soddisfazione.

3) Secondo te, quali sono le più grandi sfide nel mondo dell’influencer marketing?

Tenere il passo con la velocità alla quale si muove il settore. Essere sempre innovativi e all’avanguardia. Conoscere approfonditamente le nuove piattaforme e le nuove opportunità di content creation. Insomma, mai abbassare la guardia ed essere sempre proattivi!

4) Che tipo di relazione viene instaurata con gli influencer all’interno di un’agenzia?

Questo dipende da ogni agenzia e dalla propria visione delle cose. In Pulse ci teniamo a diventare dei veri e propri partner per i nostri talent, creando con loro un rapporto di fiducia e di rispetto professionale. È fondamentale per noi che tutti quanti nel team siano allineati e lavorino insieme per andare nella stessa direzione e raggiungere gli stessi obiettivi. Crediamo nel dare fiducia alle persone.

5) Prima di tornare a Milano hai vissuto in diverse città sparse per il mondo. Qual è la cosa più importante che hai imparato in ognuno di questi posti?

Ad apprezzare il meglio che ogni posto ha da offrire. Quando abitavo a Miami di certo non andavo a cercare l’arte gotica o rinascimentale che si può trovare a Milano. Quindi ne apprezzavo il clima e le spiagge, andando a correre ogni giorno. 

In generale, mi piace tantissimo la montagna e Milano mi consente di essere più vicina a questa mia passione. Personalmente, penso che ogni posto, ogni cultura, ogni azienda e ogni persona abbiano sempre qualcosa di bello da offrire, quindi è fondamentale concentrarsi su quello per apprezzare e sfruttare al meglio ogni opportunità. È veramente possibile stare bene ovunque, l’importante è capire ed imparare a conoscere il posto in cui ci si trova e avere un grande spirito di adattamento.

6) Cosa fai nel tempo libero?

Leggo, viaggio, faccio sport, socializzo. Milano è una città che offre tantissimo e nel weekend cerco di stare il più possibile in mezzo alla natura, “staccando la spina” dalla città.

7) Quali sono i libri che, secondo te, ogni persona dovrebbe leggere?

Ce ne sarebbero davvero tantissimi! Di base, io cerco di leggere almeno un libro al mese ed evito i romanzi. Tra i miei preferiti: I Quattro Accordi, How to Win Friends & Influence People, The Compound Effect, The Big Leap, You Can Heal Your Life, Secrets of the Millionaire Mind…

8) Qual è il consiglio che daresti ad una giovane donna che sta entrando nel mondo del lavoro?

Il mondo del lavoro è pieno di opportunità che sono lì per essere prese. Quindi io dico sempre “vai e conquistale”! Possiamo essere ancora più ambiziose di quanto già non lo siamo. Il mondo è davvero nostro.