<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=759293381304996&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

3 errori imperdonabili di un brand su Instagram

É passato già un anno da Marzo 2020, mese in cui la nostra vita ha preso una piega inaspettata. Lo sconosciuto che incrociavi sull’autobus ogni mattina è passato da avere qualche colpo di tosse ad essere in pericolo di vita. All’epoca non eravamo in grado di definire con certezza cosa sarebbe successo e, per precauzione e senso civico, ci siamo tutti chiusi in casa e lì siamo rimasti.

La necessità è sempre stata madre delle invenzioni. Persino i tecnofobi più riluttanti, costretti dalla situazione, si sono convertiti all’online. Queste circostanze hanno accelerato l'inevitabile passaggio all'eCommerce di cinque anni e perciò migliaia di aziende si stanno attrezzando per creare la loro presenza online. Con oltre un miliardo di utenti e un engagement alle stelle, Instagram è diventato pilastro fondamentale della strategia di ogni brand. Ci sono centinaia di articoli su come sviluppare il tuo business su Instagram, tutti consigliano una combinazione di più video (reels, IGTV, etc), hashtag e commenti. Anche sapere cosa evitare è altrettanto importante perché gli errori possono insorgere velocemente e le conseguenze anche.

1. Comprare i follower.

Comprare follower per crescere online può essere paragonato ad una bella abbuffata di gelato a notte fonda — all’inizio, diciamocelo, non è niente male ma vogliamo parlare delle conseguenze che ti aspettano da lì a poco? La conseguenza di comprare finti follower è che il tuo engagement sarà incredibilmente basso, ti ritroverai ad avere tantissimi post senza aver suscitato alcuna reazione. Questo ti costerà molto caro agli occhi dei potentissimi algoritmi di Instagram e ostacolerà tutti quei progressi che avevi in mente di fare.

Costruire una forte presenza su Instagram è un gioco a lungo termine, l’obiettivo è quello di costruire una community fedele che ama interagire con il tuo brand. Non ci sono scorciatoie e non esistono risposte facili a queste domande, e dimenticati di quell'ultima email di marketing che ti è arrivata promettendoti “risultati immediati”.  Finché pubblichi regolarmente contenuti genuini e autentici che entusiasmano il tuo pubblico, verrai ricompensato vedendo il tuo brand crescere in modo organico!

2. Video e foto iper-patinati.

Sebbene possa sembrare controintuitivo per un'app per la condivisione di foto, le foto eccessivamente raffinate e iper-curate non sono la scelta giusta su questi canali. Ormai nessuno crede più alla foto perfetta scattata per caso - nessuno viene bene in foto quando è colto alla sprovvista, lo sappiamo tutti!

L'autenticità è l'antitesi del foto ritocco. Devi trovare un equilibrio tra professionale e divertente. Ognuno fa qualche piccolo errore, d’altra parte si sa, non siamo nati pronti per la fotocamera. Questi video meno in posa e più “fatti in casa” avvicinano le persone al tuo brand in un modo nuovo, queste stesse persone saranno entusiasmate dalla tua autenticità e adoreranno il tuo brand e non semplicemente il tuo prodotto.

3. Postare tutti i giorni, tanto per.

In ogni post, dovresti essere in grado di rispondere a vari “Perché”. Perché postiamo X, Y e Z? Perché è importante postarle proprio ora? Se non interessa a te, di certo non interesserà al tuo pubblico. Questo non significa limitare la propria immaginazione — anche chiedersi ’perché no?’ può aiutarti a liberare la tua creatività e permetterti di sperimentare in tanti incredibili modi.

Ma se stai cercando qualcosa - qualsiasi cosa - da pubblicare solo per il gusto di farlo, fermati un attimo. Trasformare la tua presenza in un lavoro di routine di post “tanto per” non è la strategia giusta, per di più il tuo pubblico lo percepirà ad un miglio di distanza.